Kurt Cobain

LA FRATTURA DEL CUORE

Reading concerto
a cura di Giovanni Giusto
Durata: 70 minuti, atto unico

Un bambino sorridente, vivace, bellissimo e con una straordinaria attitudine per tutto ciò che è arte: questo è stato Kurt Cobain nei primi anni della sua infanzia.

Ma a quel bambino succede qualcosa, una crepa si insinua nel suo cuore, una frattura che né il successo né l’amore potranno mai aggiustare. Non ha a che vedere con la musica, con la sua carriera, durata appena una manciata di anni, come fondatore e frontman dei Nirvana, con la fama mondiale, imprevedibile e fulminea; non ha a che vedere con le droghe con cui tentava di lenire il dolore e di affrontare quel calvario che è stata la sua vita; non ha a che vedere con l’amore, innocente e quasi inaspettato, che lo porta a divenire marito e padre. La frattura nel cuore di Kurt ha a che vedere, probabilmente, solo con la fragilità dell’essere umano.

Ricercare le cause di quel malessere tanto profondo da condurlo all’annientamento di sé è l’obiettivo principale di questo spettacolo, un reading-concerto che racconta Kurt attraverso le parole della narrazione e, soprattutto, attraverso l’esecuzione di quei brani che lo hanno reso immortale.

 

“Aldilà della mia passione per i Nirvana, volevo scoprire la frattura nel cuore di Kurt Cobain. Unafrattura che lui ha cercato di aggiustare con la musica, ma il dolore era sempre più assordante, perché il cuore non si riattacca come succede con le ossa. Alla musica Kurt ci aggiungeva la ‘sua medicina’, un mix di musica e droghe, un mix creativo ma distruttivo.” Giovanni Giusto

Seguici su: