Leonard Cohen

SO LONG, MARIANNE

Reading concerto
a cura di Giovanni Giusto
Durata: 70 minuti, atto unico

Poeta, romanziere, cantautore dallo stile raffinato e introspettivo, costantemente alla ricerca di una nuova ispirazione, della verità, o, più semplicemente, di sé stesso.

La vita privata e la carriera di Leonard Cohen però, oltre che alla sua arte, sono legate indissolubilmente a un nome: Marianne Ihlen. Conosciuta casualmente sull’isola greca di Idra, che da quel momento diventerà un vero e proprio rifugio per Cohen, Marianne non sarà una semplice parentesi nella movimentata vita sentimentale dell’artista canadese; musa, amante, amica, sarà lei la donna con cui Leonard intreccerà il rapporto più stabile e duraturo della sua esistenza, un’unione impossibile da definire, codificare, ingabbiare, un legame che non saprà sciogliersi neanche di fronte alla morte. A 80 anni, sentendo prossima la fine, Marianne esprimerà il desiderio di sentire ancora una volta la sua canzone preferita di Cohen, “Bird on the wire”; Leonard le invierà un messagio: ‘fai buon viaggio, ci vediamo tra poco in fondo al viale’, e tre mesi dopo, infatti, manterrà la sua promessa.

Il brano “So Long, Marianne”, scritto da Leonard Cohen proprio nel momento della separazione da Marianne, è la vera colonna sonora di questo reading-concerto toccante e poetico, dove la musica e le parole si incontrano per raccontare la storia di un uomo, di un artista e, soprattutto, di un amore, che non morirà mai.

Seguici su: